Anna Utopia Giordano


2 Comments

Lapsus

Premendo a scintille,
Ηλεχτρον

futuro del passato
il mio nome
lo stato (di cose)
il rumore

come se Avogadro
potesse pentirsi
di essere (stato).

(forse) Dante per paura era puro.

«Maiori forsan cum timore
sententiam in me fertis
quam ego accipiam
»

c’è abbastanza pensiero
per fare esistere l’idea ?

non credono in dio:
ma nel diavolo?

li ricordo tutti.

mi ricordo che sono stata
mi ricordo che cosa sono stata
mi ricordo che cosa potevo essere
mi ricordo che cosa non potevo essere
mi ricordo chi sono
mi ricordo chi sarò

att(u)o infinite potenze,
viceversa.

Solo una è precisa.

Sono (alla) punta.

| Valore |
è una parola
iperinflazionata.

per me le poche persone buone
avevano troppa paura.

E(p)pure io.

Ambiente controllato.
Ambiente puro.

Lascio il limite,
lascio le antenne.

Il sospetto di essere
pensiero libero.

Ancora.


Leave a comment

Viola

Profili

Viola

“Love make his heart of flint that you shall love”
(Twelfth Night, or What You Will – W. Shakespeare)

larghissimo 30bpm
“Ti ricordi quando ci incontrammo la prima volta ?
La sera soffiava nel cielo il tono della mia voce, i tuoi occhi..
E non poteva sentire nulla, cadeva intorno a noi sciolta e pura.
Riconosco i polsi, il tuo respiro.. abbraccio le tue parole,
(ma il desiderio è adatto a chi sa piangere, a coloro che posso guardare)
e sorrido. Eccomi, inconsolabile e disperata, mentre t’addormenti:
ti ascolto ma non riesco a modellare l’aria per renderla simile a te.
Mi sbaglio? Sei aria e sei tutto (frammenti – forse note), come me.
Essere te, così solo potrei esprimerti. Invece, non esisto
e non posso farti esistere, per questo posso amarti.”

Viola non conosce altro.