Anna Utopia Giordano

Il lavoro cieco - Lello Voce / Paolo Fresu / Adele Pardi / Dario Comuzzi / Frank Nemola / Gianluca Abbate


Leave a comment

Il lavoro cieco on Morphrame

Il video Il lavoro cieco, poesia spoken word tratta dal disco-libro Il fiore inverso di Lello Voce e Frank Nemola (Squi[libri] Editore, 2016), è da oggi online su Morphrame, galleria d’arte digitale parte del network White Page Gallery.

«Una poesia che non si accontenta dei confini del libro, ma dilaga oltre le pagine, bagnando con il senso aspro delle parole di Voce le meravigliose armonie musicali di Nemola e Fresu, esplodendo poi nelle allucinate e commosse visioni elettroniche di Abbate. Un’opera sul lavoro (anche artistico) che non c’è più nell’epoca in cui lavoro diviene sinonimo di contagio e in cui il linguaggio (tutti i linguaggi, poetico, musicale, visuale) resiste ostinato come unica garanzia di libertà, unico virus capace, infettandoci, di sottrarci al contagio della rassegnazione.»

Lello Voce – Spoken word / Paolo Fresu – Tromba / Adele Pardi – Violoncello / Dario Comuzzi – Chitarra elettrica / Frank Nemola – Elettronica e tastiere / Gianluca Abbate – Video

Anna Utopia Giordano - Morphrame Image


Leave a comment

Morphrame – White Page Gallery/s

My online free digital art gallery Morphrame is online, it is part of the larger White Page Gallery Network.
Morphrame hosts poetry, experimental music, video art, new media art, performing art and, if you have a video or streaming link, theatrical performances. I am currently open for suggestions for the upcoming shows, write me for more info.

From the WPG/s statement: “The White Page Gallery is a new culture for art curatorial practices based on the values such as sharing, caring, openness and inclusivity. The White Page Gallery/s are a distributed community and network made of independent online galleries in the format of web page hosted on the websites of artists, curators, academies, festivals and other art and cultural operators and aficionados. The White Page Gallery is a concept happening every time someone or a group of people opens a WPG on their/her/his website dedicating a web page to others’s exhibitions and art projects. The White Page Gallery happens every time a connection and a collaboration are established between a host and a guest. The WPG’s host offers a space and the setting up. The WPG’s guests offer the contents. Every host of the WPG has their/her/his own rules for their own gallery.”


1 Comment

14 e 15

AnnaUtopiaGiordano_14e15

Il mio inedito “14 e 15” ė stato pubblicato oggi su Il Cucchiaio nell’Orecchio, quotidiano di scritture: https://www.ilcucchiaionellorecchio.it/2019/07/14-e-15/

Ci tengo a ringraziare Francesco Gambaro, scrittore, giornalista e fondatore de Il Cucchiaio nell’Orecchio, che purtroppo posso conoscere in questa vita solo attraverso le sue poesie e le affettuose parole dei suoi compagni;
Gaetano Altopiano per aver approvato e pubblicato il mio testo e per avermi rassicurata con pazienza riguardo la perdita della formattazione originale (visibile nell’immagine di questo articolo);
Alfonso Lentini per avermi chiesto se fossi interessata ad una pubblicazione e per aver scelto, inconsapevolmente, proprio il momento in cui avevo estremo bisogno di “buttare fuori”;
Gualberto Alvino, che per me rappresenta la lingua italiana, per essere sempre disponibile a leggere e mettere in crisi le mie parole;
Jack Hirschman e Agneta Falk, conosciuti durante un loro tour italiano organizzato dalla Casa della poesia, determinanti nella mia lunga riflessione sul ruolo della scrittura;
mio fratello, forse il più spietato tra i miei critici, e le sue sveglie delle 04.05 del mattino che mi ricordano di dormire;
mia nonna per il tempo passato a cantare;
Majakovskij e Lili, Milena e Kafka, Pavese (senza Constance), Éluard e Gala che negli ultimi mesi si sono seduti accanto a me da soli, in coppia e in gruppo spronandomi costantemente a sentire di più;
last but not least, ringrazio ■ per la penombra (anche se).

 


Leave a comment

Del 2018 / I will always remember

Le Indie Orientali (sostenute),
The Island of the Knights and Knaves,
Voice First,
Progettare per l’errore,
The horizon of an Einstein-Rosen Bridge,
Roma,
Il cardias,
IBM + Quantum Computing + Watson + Pepper + Choregraphe,
Il Brasile, l’Amazzonia e i suoi fiumi, soprattutto Xingu con le 3 M: Mattia, Marta, Mirco,
He-Man,
“Ex nihilo nihil fit”,
il freddo intenso di stelle e boschi intorno a Bergamo, in cui “Da domani” canta un Fiori,
On a wall for In Vitro (A.M.),
“What can I know? What ought I do to? What may I hope for?”,
Roma,
the “Remember to close the Door” Summer Nightmare,
The magic square in Barcellona with B,
l’atto e la potenza di un giorno di mare vissuto come il gatto di Schrödinger,
storie, nuvole, fantasmi, amici ritrovati in un parco, sul treno.
Strappo.
Ombra…
[Parmenide e Antigone /
Roma, ancora, con Macro fotografie di tutte le madri di Pasolini]
…”e poi nulla, anzi, tutto ciò che non provoca conseguenze” e, invece, after the end, un po’ di poesia.
Il Cimitero delle Fontanelle (con Elia, Marina, Vittorio, l’Assessorato alla Cultura e Turismo, l’Ufficio Cinema del Comune di Napoli, la Film Commission Regione Campania),
nella musica di “Come un’ombra”,
Escape Room, Sarpi, treni (troppi), star-maker, edifici compromessi,
salvare Neruda e 14 ore di Cavalieri dello Zodiaco sulla A1,
bastava un “grazie”,
divinazione, follia telestica, poesia, follia amorosa.


Leave a comment

Performance / 2-11-2018

My voice and video for poems on and by Pasolini

Music by Un Artista Minimalista

2 November 2018 @ Godot Art Bistrot

Un Artista Minimalista

Ciao a tutti miei preziosi lettori, oggi vi segnalo un evento speciale. L’artista Anna Utopia Giordano, da tempo residente nel web, il 2 novembre 2011 porterà la sua nuova performance ad Avellino. Testi di P. P. Pasolini ed E. De Filippo, musica di Un Artista Minimalista.

AUG_1_perf1
Nel vivo della performance

AUG_1_perf1
Il continuum si addensa


Tutto è finito


La locandina dell’evento


La locandina alternativa in esclusiva per voi ragazzacci

Vi aspettiamo frequenti!

* * *

www.annautopiagiordano.it

www.unartistaminimalista.com

View original post


Leave a comment

Sogno

Stasi.

L’accarezzava.

Poi, distogliendo lo sguardo da un piccolo foro sul muro, in cui era rimasto incastrato metà chiodo arrugginito, e spostando gli occhi verso il soffitto, esitando, con tono vagamente interrogativo, sussurrò: “Se tu fossi una pietra…” e prese ad accarezzarsi con il pollice della mano destra la superficie ventrale delle dita della stessa mano.
La giusta consistenza.
“Sì, una pietra.” confermò l’altra voce, rimanendo in attesa.

L’accarezzava, sempre.

Infine, scelse una risposta e, con più decisione, dichiarò: “Sei il pianeta Terra.”

6tag_260518-160343


Leave a comment

Lonsdaleite

Received Order Given Expect Results.

Distruggendo Petra, in fondo,
dove tutto è uno e più.

L’ultima volta, era il tuo compleanno,
rilassati i vincoli, sembro (?) più vicina.

In quella casa, nel quartiere di Cordova, si difendono le stelle.
Più in là, qualcuno si lamenta: “Tutto si è rotto nel mondo, non resta che il silenzio“.
Bisogna crederci, lo dice Lorca. E il libro è tuo.

Lei non mi ascolta, non può.

Dal semilunare fino alla dodicesima,
(non ricordo quasi più il motivo):
racchiuso in uno spazio affine.

Grana ultrafine, sciolta nel fiume,
lo stesso abisso tra Ulisse – rivolto a Krubera –
e le sirene, verso lo zenith,
السَّمْت speculari,
schiena contro schiena.

Gli ho ricordato che Jim Morrison è morto,
ho bisogno di musica nuova: nanocrystalline material,

dopo… troppi numeri,
non giocavo con le Barbie, arredavo solo le loro stanze.

Ora,
cerchi una lettera, trovi tutto.

K


Leave a comment

“Straciłam kilka bogiń w drodze z południa na północ, / a także wielu bogów w drodze ze wschodu na zachód. / Zgasło mi raz na zawsze parę gwiazd, rozstąp się niebo. / Zapadła mi się w morze wyspa jedna, druga. / Nie wiem nawet dokładnie, gdzie zostawiłam pazury […]”
Premowiene w biurze znalezionych rzeczy – Wisława Szymborska


Leave a comment

Rapsodie, 2DayBit and new projects!

Some of my poems, two unpublished until now, are featured in the June issue of  Le reti di Dedalus, in the Audio Poetry section.
The direct link to the audio file and to the downloadable pdf is http://www.retididedalus.it/Archivi/2014/giugno/audio_poetry/3_giordano.htm

Last week I was in Rome for a new photo set with photographer Paolo Del Frate and the make-up artist Deborah Tufano, I’ve seen the previews: cool stuff online soon!

I’m writing something different from poetry lately. It is a rather long work especially for the endless historical research that I am conducting in order to give a good base to the final product, in spite of this I think that it will be ready by the end of August. I found the perfect place for writing in Campania, a very nice café where the homemade ice cream is great. I admit that sometimes (always!) I miss the café in New York or Milan, but here there are fewer distractions. However, I scheduled a trip to Milan next month for some collaborations (and I’m so happy to meet all my friends!).

After the release of my last visual project #BornToBeVirtual (Oct. 2013), I’m also working on two new digital series.

One last thing: the blog of the new project 2DayBit is officially online, it is updated by me and my friend Alice. Yes, I know, someone will say: “Does the world really need another fashion blog?”. Well, do not worry: it’s not exactly a fashion blog, let’s say – for now – that the “fashion thing” is just a “cover”.
A cover for what? You will see in the coming months!

A huge thanks to all my supporters!

2daybit

 

 

 


Leave a comment

L’attimo / Moment

L’attimo

Un attimo di chiarezza dura così poco.
L’oscurità resta più a lungo. Vi sono
più oceani che terraferma.
Più ombra che forma.

di Adam Zagajewski“Dalla vita degli oggetti” (Adelphi)

***

Moment

Clear moments are so short.
There is much more darkness. More
ocean than terra firma. More
shadow than form.

by Adam Zagajewski – english version found online here and here