Anna Utopia Giordano


Leave a comment

Del 2016 / I will always remember

le “cose” – res – che ho costantemente protetto dal (non)luogo-comune dei social network,
Vanitas / Ephemeral (like a #like4like),
Le verità necessarie e quelle contingenti,
Liminarità,
L’orizzonte degli eventi,
Jaṅgala e l’arco polilobato,
L’isola dei lestofanti e dei cavalieri,
No Humans in tour,
coding (and coding.. and coding again…)!
Inclinazione di 20° o 40°,

e, come ogni anno, tutti coloro con cui ho collaborato!


Leave a comment

Del 2015

I will always remember…

inseguire le nuvole,
treni, continuamente,
M/M/M: Museum Factory, Mediateur e il Museo Irpino
+ FRAC
-3,97° (finalmente!),
いき
lumi e asteroidea,
“Go to your broken heart. If you think you don’t have one, get one.”
something OnAir here with me,
encoding&decoding,
e tutti coloro con cui ho collaborato quest’anno!


1 Comment

Del 2014

Del 2014

The beginning in Naples on that balcony and the fireworks all around.
Il sapore del limone sugli spaghetti e quello del sale delle lacrime.
200 pagine + Prometeo + il bugnato + una missione + un fantasy “tratto da una storia vera, vecchia almeno 500 anni”.
Scegliere i nomi. Sceglierli ancora. Sceglierli di nuovo.
Pomeriggi interi di video-editing.
2DayBit, my sweet B, embroidered, embellished and PONO: questo è il creato!
Il set fotografico più assurdo della mia vita: salvare ragni sul Ticino e correre sotto molta – troppa! – pioggia inattesa, fino a perdere le scarpe.
Un mazzo di carte potenzialmente infinite: tutte 6 di cuori. E tutte, alla fine, bruciate. Il motivo? “Non so” e probabilmente non lo saprò mai. I miei occhiali da sole. Le tenebre, il buio, il blu della notte quando la luce delle stelle si vede meglio… ed una gazza ladra che invece si accontenta: attratta da ciò che luccica più che da ciò che illumina. “L’amore non basta”.
Il signore della guerra, un elfo e l’amico immaginario.
Viaggi, texture, tramonti, borghi, nuvole, fiori, porte, finestre, sfumature e palettes cromatiche.
Frenk & Tiger: il manager e la guardia del corpo migliori del mondo!
“Lose yourself to dance!” (*Perdi te stesso alla danza!*): La giogaia, la bellezza trionfante, la bellezza che si dispiega. Tornare a truccare gli occhi.
Nuove pubblicazioni dall’America fino al Japan Times per i 40 anni di Hello Kitty.
L’affetto per una intera famiglia a cui vorrò sempre bene.
La neve, finalmente. Un 2014 che non avrei voluto lasciare così e invece sembra che “this is the end”.
Oggi, le 23.56: scrivere le ultime parole di quest’anno…
… e, come ogni anno, ringraziare tutte le persone che mi hanno sostenuto nei miei progetti e quelle che ho sostenuto io. Grazie!


Leave a comment

Del 2013

The beginning on that balcony and the fireworks all around
Noah Mason Davis
(b)uora uam  e lo “zucchero a velo” (L.S.) con quel quid OnAir e dentro al Just!
“I don’t know”
The consistence of the absence
Idea Factory
Enough!
Screenplays
Naked Truths
Lullabies by Laforgue & Éluard
The wind of stone
Wichee: new virtual home for my website
Lemon Flava New Year’s Eve
Half White Notebook
The end on this balcony and the fireworks all around

and as always all the people who have supported me and my projects: a big thank you!


1 Comment

Del 2012

28 gennaio 2012: riscoprire la Prima Fonte di Ispirazione
Internet, my only real home, e il giro del mondo in poche ore.
Land in Eden
La stella della sera – e quella del mattino – visibili a Nimega… insieme a the Illusionists!
12°C ad agosto, BubbleTeaBoxParkPopUpShopWhiteCliffs, una casa in 3 giorni, panchine a pagamento e “marrone + ciano”.
La moneta nel Tamigi in attesa di un bancomat.
Il Gilet smarrito e le righe b/n.
Il mio taccuino più triste.
Turn It Off“: non farlo. E sopportare gli intrecci. E la direzione delle scelte… in quanto “You are stronger than this“.
How to suffer.
Slegare i nodi (bianchi e rosa e rossi), 10 piani, i fuochi d’artificio, le campane, il cigno nero, la processione, le confessioni, le performances, le origini, i nomi, l’etimologia, i numeri, rimanere ancorata, rompere, il solaio, un lapsus, Er, energia statica, volontà dinamica out of control.
Ancora di più, i registri linguistici.
Gli ISO dei Fotogrammi.
l’Altra Parte: un Mondo senza di Noi denso di Caos… con uno psicocristallo.
Le iniziali dei miei sogni.
Il corpo e le Naked Truths.
Due pesi, due misure… in realtà identici e tutto rimane fermo (di nuovo).
E, a un giorno dal 2013, una sorpresa.


Leave a comment

Del 2011

ricorderò sempre del 2011…

What You See Is What I Got
[…] Il Sei agosto, di nuovo […]
Ji, Shi, Jiubian e Dixing
La possibilità della scelta e
la necessità della responsabilità.
[…] Sei Myriad Pro […]
“Tredici anni di solitudine” racchiusi in (un) MSG
Venus (l’evoluzione della mia nascita + un (b))
Gli Atti Impuri di Silvia, Lidia e Viola
Il Filo Spinato vestito di/da LBD
Un Byte into an Apple tra (b)ologna e Londra
Mischiarsi al virtu/re/ale e
giocare, anche, con i cartoni animaLi.
40 ISO di e per 40 Foto(grammi)
Pialla, fresatrice, (Sei x 8) 48 pezzi di legno, insieme a me, nel bagagliaio […]
il Pop di certe Bottles che perdono Gocce di
colore (dammi!) giallo.
Che c’è!
the Net.