Anna Utopia Giordano


1 Comment

Waves Group Show for WPG/S @ Linea Festival

Morphrame – Waves Group Show for WPG/S @ Linea Festival
3 – 31 october 2020

All the great artists you have seen on Morphrame Antonello Matarazzo, Un Artista Minimalista, Lello Voce (video directed by Gianluca Abbate), Alex Sala, Charo Galura (video directed by Marco Della Fonte), Leonardo Barilaro and the new entry (b)ananartista are feautured in this group show in chronological order from March until today, please scroll down and enjoy the expo!

LINEA festival is realized by Apulia Center for Art and Technology, under the patronage of Pro Loco UNPLI Ruvo di Puglia, Fondazione Pino Pascali – Museo di Arte Contemporanea, Comune di Ruvo di Puglia and KUKA.

LINEA festival 2020 presenta il progetto espositivo WhitePageGallery.Network/RuvoDiPuglia, ideato dalla community e che coinvolge i cittadini e le attività commerciali del territorio sviluppando una nuova rete di connessioni.

(b)ananartista® SBUFF

Questo mio pezzo di videoarte partecipa a Waves Group Show for WPG/S @ Linea Festival (3 – 31 october 2020) gentilmente ospitato dalla galleria digitale Morphrame.
La colonna sonora è degli Eioloeioloea acronimo di Ed ILda Oper Ldop Opur Ean Id Olda Lper Odop Epur An la prima band nella storia dell’umanità il cui nome è anche una potenta formula magica.

(LINEA festival is realized by Apulia Center for Art and Technology, under the patronage of Pro Loco UNPLI Ruvo di Puglia, Fondazione Pino Pascali – Museo di Arte Contemporanea, Comune di Ruvo di Puglia and KUKA.)

Ecco i link per saperne e vederne di più:
http://www.whitepagegallery.network/
http://www.annautopiagiordano.it/morphrame_wpg.html

View original post

Home Sweet Home by Ales Sala


Leave a comment

Home Sweet Home on Morphrame

Il video della performance Home Sweet Home di Alex Sala è online su Morphrame, galleria d’arte digitale parte del network White Page Gallery.

«Le case che abitiamo sono luoghi sicuri e protetti nei quali ci rifugiamo e viviamo. In casa abitiamo anche noi stessi: è un luogo abituale in cui ritroviamo il nostro mondo interiore, un luogo che ci rappresenta e che cambiamo, rinnoviamo o abbandoniamo in base all’evoluzione della nostra vita. La performance Home Sweet Home, a circa un anno dalla sua prima rappresentazione, può essere riletta alla luce del lockdown che stiamo vivendo, rivelandosi profetica e descrittiva del contesto odierno.»

Home Sweet Home by Ales Sala