Anna Utopia Giordano

Leave a comment

Il pilota cade su attimi di connessione
e ipnosi condivise
soldati senza peso spariscono
dietro le mani ad occhi chiusi
controllando il livello del potere

Cloto è sola, lamentosa,
con le mani bucate dal fuso.
Lachesi smontando dolorante
la mattina ripida, percuote il globo.
Hanno spostato i miei diritti
così regalo morti statiche,
foglie sporgenti impilate
contro il muro fragile.

Pulsano piccole terminazioni:
minuti liquidi, saturati da
visioni propositive e
semiotiche scoordinate,
tengono il tempo lentamente.
Alfieri mossi in circolo,
precisi e rispettabili,
costretti fissi dai nominali
bloccati impauriti nel paese
acido e capriccioso,
forte di specchi cedevoli.

Atropo entra loquace
e pesante sulle gambe
ammirando le bandiere sotto il cielo,

Hermes poggia solitario
domandando desideri mortali.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s